fbpx

Danzamovimentoterapia Pescara, laboratorio “L’oggetto mediatore in Danzamovimentoterapia”

toterapia-laboratorio-lecce-zaccagno

Danzamovimentoterapia Pescara. Si terrà il 27 e 28 gennaio 2024 un laboratorio dal titolo “L’oggetto mediatore in Danzamovimentoterapia – la metodologia Fux: modalità operative e possibili applicazioni”, organizzato dalla Scuola Artedo di Arti Terapie di Pescara. Questo workshop sarà condotto dalla dott.ssa Simona Zaccagno, una rinomata esperta nel campo della Danzamovimentoterapia iscritta Registro degli Operatori Specializzati in Danzamovimentoterapia dell’Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative N° S1/2014/DMT/137, che ricopre il ruolo di docente per l’Area di Danzamovimentoterapia presso la Scuola Artedo di Roma. La dott.ssa Zaccagno è anche una psicologa clinica, danzaterapeuta, danzatrice e coreografa.

Calendario dei laboratori organizzati dalla Scuola Artedo di Arti Terapie di Pescara

Abstract del laboratorio

Il laboratorio si concentrerà sull’uso degli oggetti come strumenti mediatori nella pratica della Danzamovimentoterapia. Gli oggetti vengono utilizzati per mobilitare il corpo e sensibilizzarlo, offrendo un’esperienza multisensoriale. Si possono danzare forme e colori, esplorarli attraverso il tatto e ascoltare i loro suoni. Questo coinvolgimento di tutti i sensi permette di conoscere l’oggetto e, successivamente, di danzare le sensazioni ed emozioni legate ad esso. Maria Fux, ad esempio, utilizza l’elastico per esplorare l’estensione e la ritrazione del corpo, mentre altri oggetti come il bastone, la sedia, i fogli di carta colorata, le stoffe e i palloncini vengono impiegati per facilitare l’espressione delle emozioni e delle relazioni attraverso la danza.

È importante sottolineare che il facilitatore del laboratorio ha la responsabilità di guidare il percorso di incontro con l’oggetto dall’inizio alla fine. Senza questa guida, i partecipanti potrebbero sentirsi confusi o lasciati a sé stessi, rischiando di perdere il valore terapeutico dell’incontro. Pertanto, il modo in cui il facilitatore guida il gruppo diventa fondamentale in questo tipo di approccio.

Durante il laboratorio, i partecipanti esperimenteranno le modalità operative del setting danzaterapeutico, che si concentrano su obiettivi preventivi/integrativi, educativi/riabilitativi. Inoltre, verrà posta particolare attenzione sulle possibili applicazioni dell’uso dell’oggetto mediatore nella danzaterapia nel contesto dell’handicap psichico.

In conclusione, il laboratorio “L’oggetto mediatore in Danzamovimentoterapia – la metodologia Fux: modalità operative e possibili applicazioni” offre un’opportunità unica di esplorare il ruolo degli oggetti nella danzaterapia e di apprendere dalle competenze e dall’esperienza della dott.ssa Simona Zaccagno.

Per info e partecipazione

Per informazioni e partecipazione, è possibile contattare la Scuola Artedo di Arti Terapie via Whatsapp o tramite e-mail all’indirizzo artiterapie@artedo.it. Il team vi fornirà tutte le informazioni necessarie per partecipare all’incontro.

È importante sottolineare che Artedo è un ente accreditato dal MIUR per la formazione e l’aggiornamento degli insegnanti. Pertanto, gli insegnanti possono utilizzare la Carta del Docente per partecipare al laboratorio o iscriversi a un corso Artedo.

 

Curriculum Docente

Simona Zaccagno, Danzamovimentoterapeuta

Simona Zaccagno, Danzamovimentoterapeuta

Dott.ssa Simona Zaccagno, Docente per l’Area di Danzamovimentoterapia Scuola Artedo di Roma, Psicologa clinica, Danzaterapeuta, Danzatrice e Coreografa.
Iscrizione N° S1/2014/DMT/137 del Registro degli Operatori Specializzati in Danzamovimentoterapia dell’Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative.
Docente per l’Area di Danzamovimentoterapia Scuola Artedo di Roma, Psicologa clinica, Danzaterapeuta, Danzatrice e Coreografa.
Conduce laboratori di Arteterapia attraverso la manipolazione dell’argilla in interazione con la danza; e di danzaterapia lavorando in contesti scolastici e clinici.
Lavora nella conduzione di gruppi di assistenza alla genitorialità. Collabora con la ASL Roma B.
Conduce laboratori di formazione nell’ambito della danza contemporanea e della danzaterapia in Italia e all’estero. Applica i principi da lei indagati attraverso l’arteterapia e la psicofisiologia alla danza e all’interazione con le arti plastiche (soprattutto la scultura) ed il suono.

#AccadeSoloInArtedo
#FaiDellaTuaPassioneLaTuaProfessione
#Danzamovimentoterapia
#Danzaterapia

Lascia il tuo commento

 

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel
Create your own review
Corsi di Arti Terapie
Average rating:  
 0 reviews

Potrebbe interessarti

Trento, il Mandala in Arteterapia

Trento, il Mandala in Arteterapia

Trento, 1 e 2 giugno 2024 – Nel campo dell’uso delle Arti come via possibile di terapia e conoscenza di Sé, fu Carl Gustav Jung ad applicare per primo la parola Mandala ai disegni circolari tracciati da lui e dai suoi pazienti.

Arteterapia a Brescia, laboratorio “Mobiles”

Arteterapia a Brescia, laboratorio “Mobiles”

Brescia, 1 e 2 giugno 2024 – In questo laboratorio di Arteterapia si propone un insolito approccio alle configurazioni artistiche. Abituati ad usare penna, colori e carta, la mente si è disabituata a percepire il movimento costante e incessante delle cose.

× Scopri come iscriverti